Polizza d&o

La polizza D&O è pensata e sviluppata in maniera specifica per tutelare il patrimonio economico personale dei dirigenti e degli amministratori di un’azienda. Nell’ambito delle società di capitali, infatti, i membri degli organi di controllo e degli organi di gestione sono chiamati a rispondere con il loro patrimonio personale, senza limiti, ai casi in cui siano violati degli obblighi, vale a dire a tutte le circostanze in cui i doveri imposti dagli atti costitutivi e dalla legge non vengano osservati colposamente. La Directors & Officers Liability interviene proprio in questi casi, proteggendo il patrimonio personale di chi viene chiamato in causa o viene processato per un risarcimento danni.

Questa polizza si rivolge non solo agli amministratori, ma a tutti coloro che fanno parte degli organi di gestione, dai sindaci ai dirigenti, passando per i direttori e gli altri componenti del consiglio di sorveglianza. Occorre sapere, infatti, che tutti i soci hanno la possibilità di intraprendere nei confronti degli amministratori delle azioni di responsabilità, a prescindere dalla quota che hanno sottoscritto: e la stessa facoltà è concessa anche ai concorrenti e ai clienti della società.

Possono essere tutelati dalla polizza D&O anche il responsabile della sicurezza (come previsto dal decreto legislativo numero 81 del 2008), i membri dell’organismo speciale di vigilanza (come previsto dal decreto legislativo numero 231 del 2001) e il responsabile del trattamento dei dati personali (come previsto dal decreto legislativo numero 196 del 2003). Va sottolineato che una copertura di questo tipo si distingue rispetto alle altre polizze assicurative perché comprende nella garanzia contrattuale una ricca gamma di possibilità di evento che di norma non sono comprese dagli standard di mercato. Insomma, una polizza non usuale e anzi speciale, ma senza dubbio necessaria.

Share and Enjoy

Extrabanca e Helvetia Assicurazioni insieme per la clientela straniera

La prima realtà bancaria nata in Italia per proporre servizi e prodotti in larga parte alla comunità straniera del nostro Paese ha raggiunto un accordo con una tra le assicurazioni che vanta la maggior esperienza internazionale. Extrabanca, insieme ad Helvetia Assicurazioni, hanno dato vita ad una partnership che permetterà, a tutti i clienti della banca, di avere la disponibilità, direttamente in filiale, dell’intera gamma di prodotti della compagnia rossocrociata, sia per il ramo Vita che per quello Danni.

Obiettivo dell’accordo, la possibilità di cogliere nuovi trend di mercato legati all’evoluzione della società italiana, sempre più globalizzata e a mescolanza internazionale. I numeri, infatti, parlano chiaro: gli stranieri in Italia, negli ultimi anni, sono aumentati, rispetto al passato, di oltre il 15%. Inoltre, è cresciuta anche la loro capacità di partecipazione attiva alla vita economica dell’intera nazione, con picchi del 10% rispetto a quanto fatto registrare qualche anno fa in termini di aziende guidate da stranieri.

Grazie all’accordo tra i 2 gruppi, tutti i clienti di Extrabanca potranno utilizzare gli sportelli del gruppo per conoscere le soluzioni pensate ad hoc per loro: dalle coperture Vita, orientate su principali tematiche quali protezione dei familiari e del risparmio, fino alla assicurazioni del ramo Danni, che garantiscono protezione alla casa e all’impiego, con una gestione personalizza del rischio di perdita del posto di lavoro.

Gli 8 mila clienti di Extrabanca, al momento presente sul territorio nazionale con 5 filiali, potranno godere anche di benefici in termini di costo del premio assicurativo.
Un’opportunità da non lasciarsi scappare.

 

Share and Enjoy

Incontra Assicurazioni lancia la polizza che tutela i prestiti personali

Negli ultimi anni in Italia il dato dell’indebitamento delle famiglie è cresciuto vertiginosamente. La crisi è stata il trampolino di lancio di un trend non sempre positivo e roseo negli effetti: le esposizioni debitorie per acquistare un televisore, andare in vacanza con la famiglia o cambiare l’automobile spesso possono rivelarsi un arma a doppio taglio.

Infatti ogni volta che si ottiene un prestito, il sottoscrittore si assume l’onere e la responsabilità di restituirlo nelle cadenze temporali prestabilite dal contratto tra le parti. Talvolta, però, può accadere che a causa di infortuni, malattie, perdita dell’impiego o altri eventi imprevedibili, non si riesca ad onorare con puntualità l’impegno preso. Per questa ragione è importante godere di un aiuto in caso di necessità che sappia sostituirsi al sottoscrittore nel pagamento delle rate. Incontra Assicurazioni, la compagnia nata nel 2010 dall’unione d’intenti di 2 importanti realtà nazionali come UnipolSai e Unicredit, ha lanciato sul mercato una copertura studiata ad hoc per tutti i possessori di prestiti in corso di ammortamento.

La formula Creditor Protection, infatti, permette ai clienti di dotarsi di una copertura assicurativa che possa rimborsare, nei casi di indennizzo previsti, gli importi mensili che non riescono ad essere onorati dal titolare del prestito. In caso di invalidità totale permanente, ad esempio, Creditor Protection estinguerà totalmente l’importo residuo che dovrebbe altrimenti ricadere sui familiari. Inoltre con la polizza Incontra Assicurazioni e se previsto dalle norme contrattuale del prestito sottoscritto, ci sarà la libertà di saltare una rata all’anno, spalmandola sull’intero piano, e di modificare l’importo dell’ammortamento residuo, anche in aumento, in caso di maggiore liquidità necessaria.

 

Share and Enjoy

Zurich Connect e Vodafone lanciano l’app per migliorare la guida

Si chiama “Save As You Drive” ed è la nuova applicazione per smartphone, realizzata per i sistemi Android e iOS, che aiuterà tutti i guidatori ad essere più virtuosi al volante della propria vettura.

Nata dalla collaborazione tra Vodafone e Zurich Connect, l’app mira a premiare i comportamenti sicuri ed attenti: attraverso un sistema algoritmico in grado di esaminare il proprio stile di guida, il software sarà in grado di offrire maggiore consapevolezza a chi si trova al volante. Frenate, rilevazione della velocità, manovra pericolose come inversioni a U: Save As You Drive registra tutte le azioni dell’auto ed assegna un punteggio, positivo e negativo, per ogni attività registrata.

Inoltre, il rilevatore dell’efficienza energetica, permette di monitorare le emissioni della propria auto, modificando lo stile di guida con l’obiettivo di ridurre l’impatto inquinante degli scarichi sull’ambiente.

Angela Cossellu, Direttore Generale di Zurich Connect, sottolinea l’importanza di questa collaborazione con Vodafone, per incentivare e valorizzare stili di guida corretti e virtuosi anche attraverso iniziative smart e divertenti.

Save As You Drive però non è solo un gioco: trascorsi infatti 30 giorni dal primo utilizzo e percorsi almeno 200 chilometri di strada, viene assegnato un punteggio all’automobilista, confrontabile con ciò che anche gli altri utenti hanno ottenuto attraverso la loro guida. Per i più virtuosi Zurich Connect mette a disposizione una serie di sconti e promozioni per la sottoscrizione di contratti assicurativi per l’RC Auto, a prezzi davvero vantaggiosi. Un modo facile e sicuro per premiare chi si comporta secondo le regole al volante della propria auto.

Share and Enjoy

Gestiras: tra meriti e tecnologia

Il primo fondo di investimento di diritto italiano, Gestiras, ora rinominato Allianz Reddito Euro, dalla nascita ha realizzato un rendimento medio annuo del 6,9%. Nel 2004, i fondi aperti avevano già raccolto oltre 550 miliardi di euro di masse in gestione, nonostante la grave crisi finanziaria ed economica che ha colpito l’Italia negli ultimi anni. Osservando gli episodi che hanno caratterizzato la storia di questi prodotti è possibile identificare due elementi di fondo che hanno svolto un ruolo cruciale nel determinarne le alterne fasi di sviluppo e che, ancora oggi, rappresentano punti di snodo per la crescita dell’industria.

Il primo è rappresentato da un assetto regolamentare: disporre di buone norme è essenziale per un settore che, anche in considerazione della tutela costituzionale riconosciuta al risparmio, risulta fortemente regolato. La scelta di istituire un fondo in Italia che in Lussemburgo, di progettare e proporre al mercato prodotti e asset class innovativi o, ancora, quella dell’impostazione delle proprie politiche commerciali, sono solo alcuni rilevanti esempi, in cui le regole giocano un ruolo fondamentale.

Il secondo elemento invece si può ricondurre alla capacità dell’industria di mantenere vivo il processo di innovazione e sviluppare con continuità il rapporto con la distribuzione. È proprio sul terreno di innovazione, in particolare su quello della ricerca di nuove soluzioni di intermediazione del risparmio, che si gioca la prossima fondamentale sfida per l’industria dei fondi. Successo straordinario anche per quanto riguarda la tecnologia: grazie alle app e ai dispositivi come smartphone o tablet. Una nuova sfida ha preso l’avvio e difficilmente il primo fondo di investimento di diritto italiano, si farà trovare impreparato.

Share and Enjoy

Il cash di tutela

È difficile stabilire se sia “cinico” come lo ha definito il Censis nel suo 48° Rapporto, l’attendismo che sta inducendo gli italiani a destinare il proprio risparmio per lo più a copertura degli imprevisti. Probabilmente lo è per tutti coloro per i quali si fa strada la convinzione che il pizzo negativo della crisi sia alle spalle. Sul risparmio la conseguenza è che la gestione del denaro da parte delle famiglie è fatta di breve o brevissimo periodo.

La stima è che tra il 2007 e il 2013 tutte le voci delle attività finanziarie delle famiglie sono diminuite, tranne i contanti e i depositi bancari, aumentati. A giugno 2014 questa massa finanziaria liquida è cresciuta ancora. Il Censis usa anche l’espressione cash di tutela, dovuto al fatto che quasi metà delle famiglie italiane destina il risparmio alla copertura di imprevisti spiacevoli come la perdita del lavoro o la malattia, mentre un altro 36% lo impiega in funzione di una diffusa voglia di sentirsi con le spalle coperte, tenere i soldi a portata di mano per ogni evenienza.

Sostiene ancora il Censis che la percezione di vulnerabilità porta il 60% degli italiani a ritenere che a chiunque possa capitare di finire in povertà e che la disponibilità di contante sia una strategia di adattamento di fronte all’incertezza. Del resto come dare torto agli italiani, reduci da decenni di welfare a tutto campo, tutele diffuse, diritti acquisiti, se ora, al profilarsi di nuovi o meno sereni orizzonti, avvertono con preoccupazione il rischio crescente di cambiamenti, ai quali sono così poco abituati?

 

Share and Enjoy

L’automotive europea (ri)torna in pista

L’auto europea ritorna in carreggiata e recupera terreno grazie alla ritrovata vitalità della domanda in Nord America e in Asia. I principali marchi europei sono tornati, nella maggior parte dei casi, a produrre utili, anche se meno velocemente rispetto ad anni fa. In borsa gli affari non mancano, come fanno notare gli analisti di alcune tra le più quotate case di investimento.

A cominciare da Credit Suisse, secondo cui in pole position ci sono colossi del calibro di Volkswagen, forte di un robusto cash flow, di una guidance in continuo miglioramento e, non ultimo, del consolidamento nel settore veicoli commerciali e Renault, in forte recupero in Europa e in America Latina, grazie anche al nuovo telaio nel segmento C., quello delle auto di medie dimensioni. Senza poi dimenticare anche la Société Générale Daimler, in scia ai nuovi modelli Mercedes e dopo la vendita di una quota della partecipazione in Tesla (casa tra i leader nell’auto elettrica sportiva e di lusso) con un utile di 790 milioni di dollari e, sottolineano da Equita, Fiat Chrysler Automoiles.

A Piazza Affari la potenziale ripresa del settore auto si può sfruttare con i titoli Fiat Chrysler Automobilies sul mercato ordinario (Mta) mentre sull’Mta International sono disponibili Bmw, Daimler e Renault. Un listino vantaggioso in termini di commissioni rispetto a quelli stranieri ai quali occorre ricorrere invece per puntare su Peugeot, Porsche e Volkswagen. Per chi invece preferisce investire sull’intero comparto auto europeo, sul segmento EtfPlus è disponibile un Etf, il Lyxor Ucits Etf Stoxx Eu 600 Auto&Parts.

Share and Enjoy

Resposabilità civile abitazione: cosa propone Zurich

Casa dolce casa: l’abitazione è indubbiamente il posto in cui ci sentiamo meglio, in cui coltiviamo i nostri affetti e le nostre passioni. Proteggere ciò a cui teniamo è il miglior modo per essere sicuri che, se qualcosa andasse storto, non tutto è perduto.
Per questo, Zurich propone ai suoi clienti polizze assicurative per fabbricati piuttosto complete.

La proposta di Zurich divide sostanzialmente il condominio (inteso come una pluralità di unità abitative o anche studi, amministrate) dalla casa (intesa come villa o complesso plurifamiliare, senza amministratore).
Nel primo caso, il pacchetto assicurativo comprende anche la polizza di responsabilità civile dell’amministratore, oltre alle clausole di incendio, danno per acqua, tutela legale e responsabilità civile del fabbricato, valide in entrambe le soluzioni.

Con la responsabilità civile del fabbricato, il proprietario dell’immobile è coperto dal risarcimento danno o morte di locatari o terzi, danni cagionati ad animali o cose derivanti dal fabbricato. In questo modo, qualora il proprietario dovesse essere chiamato per il risarcimento di danni a terzi, per cause connesse alla sua proprietà, non dovrà rispondere con il proprio patrimonio, ma sarà coperto dall’assicurazione.

La polizza condominio o casa è parzialmente inclusa anche nel pacchetto assicurativo For Family di Zurich che, oltre a proteggere la proprietà da furto, da danni, da incendio e responsabilità civile, propone assistenza alla famiglia, copertura assicurativa dei pannelli fotovoltaici, risarcimento per infortuni e tutela legale.
Il pregio della proposta For Family di Zurich è senz’altro che è altamente personalizzabile: pertanto, per il cliente che sia interessato ad assicurare la casa e a salvaguardarsi da eventuali richieste per responsabilità civile può valutare con Zurich due soluzioni. For Family è una polizza cosiddetta alla risks, cioè che copre i rischi che riguardano una casa e una famiglia con un solo contratto, mentre le polizze casa e condominio sono focalizzate sull’assicurare l’immobile e i relativi rischi.

Share and Enjoy

Il Governo scende in campo per combattere il caro RC Moto

Un settore troppo stagnante in questi ultimi anni, che subisce il contraccolpo del caro prezzi anche sotto il profilo delle assicurazioni, cresciute esponenzialmente fino a raggiungere cifre proibitive. Il ramo moto infatti segna cali preoccupanti che hanno spinto anche il Governo a scendere in campo per porre rimedio a questa emorragia.

Colpa anche delle assicurazioni: i costi per l’RC Moto, infatti, spesso scoraggiano gli appassionati delle 2 ruote ad avvicinarsi ad un nuovo acquisto a causa degli elevati costi di mantenimento in termini di garanzie a tutela del mezzo. Un settore che da sempre è un fiore all’occhiello dell’industria italiana, con aziende capaci di competere a livello internazionale contro i colossi asiatici.

I ministri Federica Guidi, alla poltrona dello Sviluppo Economico, e Maurizio Lupi, capo dei Trasporti nazionali, lanciano un messaggio chiaro: risolvendo l’annoso problema del caro polizze sulle moto, che negli ultimi anni hanno fatto registrare un aumento di quasi il 500%, si rilancerebbe con una forte spinta tutta la produzione nazionale legata ai motocicli.

E’ già stato avviato un tavolo di lavoro con le principali compagnie operanti sul territorio nazionale per trovare un punto di contatto che permetta di invertire la rotta e tornare ad offrire un servizio di coperture assicurative a prezzi più economici e convenienti. L’idea è quella di inserire una norma specifica all’interno della futura Legge sulla Concorrenza. Se da una parte si chiede un aiuto alle stesse aziende assicuratrici, dall’altra si tenta, tramite la lotta all’evasione, di portare nelle case soldi che permettere una diminuzione globale delle cifre del settore assicurativo delle moto: grazie all’utilizzo di telecamere innovative che, inquadrando la targa, rileveranno se il mezzo è effettivamente coperto da una polizza attiva, potranno essere incastrati molti motociclisti fuorilegge.

Share and Enjoy

Accenture Strategy, MF e il premio ai prodotti più innovativi

Arriva alla 14° edizione l’MF Innovazione Award. La vetrina allestita da Milano Finanza con la collaborazione di Accenture Strategy si fa ancora più tecnologica: le precedenti categorie sono state ridefinite in modo da tenere in maggiore considerazione i prodotti piu innovativi. Si inizia con i conti privati seguiti dalle carte di pagamento, mentre i mutui e i prestiti personali sono stati aggregati nel segmento Finanziamento famiglie infine, è stata confermata l’indagine sulle altre categorie presenti nella precedente edizione.

I vicitori dei premi e gli altri due finalisti sono indicati nell’atlante delle banche in edicola. L’Mf Innovazione Award è ormai un appuntamento fisso che il mercato segue con sempre piu maggiore interesse per orientarsi in un’offerta sempre più diversificata. Per ciascuna banca sono state valutate tutte le caratteristiche dei preodotti emessi escludendo le promozioni temporanee. L’analisi è stata condotta su tutti i maggiori gruppi bancari italiani. I singoli prodotti di ogni banca sono stati valutati sulla base di due elementi molto importanti: innovazione e convenienza.

Per quanto riguarda il primo punto sono stati premiati i prodotti che presentano nuove caratteristiche o funzionalità specifiche oppure un processo innovativo di acquisto e utilizzo o una nuova strategia di marketing e comunicazione. Mentre per quanto riguarda il secondo punto, in merito cioè alla convenienza, sono stati valutati i prodotti che presentano condizioni economici vantaggiose e una struttura dei costi semplice e trasparente: per i conti correnti è stato considerato l’Isc, per i mutui e i prestiti il Taeg e per le carte e altri servizi il canone e le più importanti commissioni.

Share and Enjoy